Attesa

Oggi è il primo giorno di primavera…oggi è uno strano primo giorno di primavera…Lo osservo da lontano, sospesa in una atmosfera quasi irreale, come un pesce dentro una bolla di vetro guarda la realtà esterna.

È come se tutto diventasse attesa, attesa e desiderio che ogni giorno i media ci diano notizie più confortanti, segnali di speranza di un minimo ritorno alla nostra normalità. Chissà quante volte ci siamo lamentati della nostra vita banalmente normale, della nostra vita affrontata sempre di corsa, con il fiato corto e troppe cose da fare. Adesso che di tempo ne abbiamo tanto, ci ritroviamo smarrite davanti ad ogni giornata priva di impegni improrogabili.

Ma la primavera oggi ha fatto comunque il suo ingresso perché il tempo, in barba alle condizioni meteo o al coronavirus, va avanti, continua il suo percorso. E così domani arriverà il mio compleanno e quello di tanti altri. La vita non si ferma, non dipende da noi, è questa la sua bellezza e anche il suo cinismo. Essa ci insegna che dobbiamo trovare nuovi stimoli, riscoprire sensazioni antiche, forse dimenticate, ritrovare noi stessi.

Ma ci insegna soprattutto la forza della vita, che scorre e si rinnova, che si sveglia dal letargo invernale, con lo sforzo enorme che fa una piccola gemma prima di comparire su un ramo rinsecchito. E questa forza, che è in ognuno di noi, si manifesta ogni volta in modo diverso a seconda delle situazioni da affrontare. In questo momento si chiama speranza. Speranza che tutto vada bene, speranza che tutto questo dolore intorno a noi finisca presto, speranza di riprendere il più velocemente possibile la nostra “normalissima” vita, speranza che torni presto la voglia di far festa. Speranza di diventare migliori.    

Seguici e metti Mi Piace!

Potrebbe interessarti anche

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *