Il limoncello di casa mia

Il limoncello di casa mia

Ogni casa ha la sua personale ricetta.

In rete se ne trovano un’infinità.

Ho sempre pensato che quello della mia mamma fosse il più buono di tutti ma una sera di molti anni fa, a casa di amici, a conclusione di un’ottima cena, mi venne servito un limoncello strepitoso. La ricetta e la realizzazione provenivano dalle vicine di casa, due signorine molto avanti negli anni.

La mia amica mi fece avere la loro ricetta, che da allora divenne anche la mia. Tutte le volte che lo preparo, lo offro, lo regalo o lo assaporo, la mia mente va alle due signorine che oggi non ci sono più, che non ho mai conosciuto, ma che continuo a ringraziare per la loro generosità.

Mi fa piacere oggi condividerla con voi.

  • 6 limoni biologici (7 se sono piccolini)
  • 500 ml di alcool
  • 500 ml di acqua
  • 400 gr di zucchero

Lavare bene i limoni, asciugarli e prelevare la buccia (solo la parte gialla). Io lo faccio con il pelapatate. Mettere le bucce in una boccia a chiusura ermetica insieme all’alcool. Chiudere e porre il barattolo al buio agitandolo tutti i giorni. Dopo 2 settimane preparare lo sciroppo sciogliendo lo zucchero nell’acqua a fuoco dolce. Quando si sarà raffreddato aggiungerlo alla boccia con le bucce e l’alcool. Lasciare tutto in infusione per un’altra settimana. Quindi filtrare e imbottigliare. Aspettare ancora una decina di giorni per consumarlo al meglio. Servire freddissimo.

Seguici e metti Mi Piace!

Potrebbe interessarti anche

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *